sabato 19 giugno 2010

Sacrifici Umani a Stelle e Strisce!



Ieri, mentre facevo colazione ho appreso dal TG che era stato da poco giustiziato Ronnie Gardner. L'ennesima esecuzione capitale nella "civilissima e democrarica" America, a parte il fatto che il condannato ha chiesto esplicitamente di essere ammazzato mediante fucilazione, e non con l'asettica e fintamente pietosa iniezione letale.



Questa atipica scelta ha richiamato l'attenzione degli USA e del'occidente sulla condanna e sul dibattito riguardo alla pena di morte.
Personalmente ritengo che lo stesso concetto di condanna a morte sia un abominevole retaggio fra il Western e l' "occhio per occhio" tanto caro ai cultori della Bibbia made in USA, anche se c'è da dire che fra l'idea di passare il resto della vita in una prigione e il morire, forse la seconda opzione è perfino preferibile (alla fine il carcere "in teoria" dovrebbe servire a rieducare il condannato, oltre che come deterrente e misura protettiva per chi sta fuori, e in questo senso pure la condanna all'ergastolo è disumana).



Il caso di Ronnie  non avrebbe scatenato alcuno scalpore se egli avesse optato per l'avvvelenamento di stato: così apparentemente pietoso per gli astanti da aver ormai desensibilizzato la coscenza dei cittadini, ma lui ha chiesto a gran voce la fucilazione, sostenendo, e non a torto, che fra i due metodi essa sia senza dubbio la più pietosa, anche se la meno estetica per gli spettatori.
Quindi è questo ciò che inorridisce: non il concetto di condanna a morte, non la morte di stato, ma la vista del sangue, degli spasmi della morte, dei rantoli e dell'agonia...



Ai tempi del vecchio West i condannati venivano impiccati, e se andava bene un boia esperto avrebbe scelto la corda del giusto spessore e lunghezza che gli avrebbe slogato le vertebre cervicali con un unico rapido strattone seguito dalla drastica riduzione del flusso sanguigno al cervello data dalla corda e se andava male dal più lento soffocamento...
L'impiccagione venne mantenuta per lungo tempo, e alcuni stati USA la praticano ancora, anche se solo come seconda opzione dopo l'iniezione letale, che è oramai il metodo più in voga.



Il problema principale per l'impiccagione è che ci vuole un boia estremamente esperto per non causare antiestetici macelli: se la corda è troppo lunga avviene una decapitazione, con annesso bagno di sangue per gli astanti, mentre se è troppo corta avremo un lento strangolamento con spasmi e calci tirati all'aria uniti a gocciolamenti di urina...
Anche nel caso tutto venga fatto alla perfezione comunque la stretta della corda provoca spasmi in tutto il corpo, defecazione e svuotamento della vescica, strabuzzamento degli occhi ed estroflessione dela lingua (mascherati però dall'apposito cappuccio riutilizzabile!).



Fin dal secolo scorso si provò a trovare un sistema più semplice ed "umano" per ammazzare i condannati, anche se più che l'umanità sembra che si sia sempre cercato un qualcosa di meno impressionante per gli spettatrori, qualcosa che rendesse la morte di stato più accettabile dal cittadino medio...


Inizialmente si pensò di utilizzare la tecnologia: Edison, fautore della corrente elettrica continua, voleva sazzare via la corrente alternata (più pericolosa ma più semplice da distribuire, tanto che ad oggi viene usata nelle case), allora si mise a fare dimostrazioni pubbliche in cui ammazzava cani, cavalli e perfino un elefante usando un generatore di corrente alternata... Da li venne l'idea di provare anche con gli umani, e così naque la "Yellow Mama/Old Sparky", la sedia elettrica.
Già dalla prima esecuzione però si notarono i difetti del metodo: il condannato avrebbe dovuto perdere istantaneamente conoscenza con la prima scarica (si usa un casco che fa passare la corrente per il cervello e la fa uscire da un elettrodo sulla caviglia, in modo da paralizzare pure cuore e polmoni..), per poi morire grazie al blocco cardiopolmonare indotto dall'elettricità sui muscoli cardiaco e respiratori...però a fine esecuzione il corpo si presentava invariabilmente bruciacchiato, talvolta si incendiava, e spesso il condannato NON perdeva affatto conoscenza se non dopo molte scariche...
Nonostante gli evidenti difetti, Yellow Mama continua ancor oggi a friggere gente in alcuni Stati, anche se ormai il veleno di stato l'ha soppiantata praticamente ovunque.


All'incirca nello stesso periodo altri pensarono di gasare i condannati: insomma, sugli Ebrei sembra avesse funzionato alla grande, o almeno così scrivono le fonti ufficiali...



[qui c'è una piccola inesattezza: la prima esecuzione con il gas cianuro in USA avvenne negli anni '20, cioè prima dell'avvento del Nazismo; perciò al massimo potrebbero essere stati i Nazisti ad essersi ispirati agli USA, e non vive versa, un po' come per l'Eugenetica che partì dagli USA e fiorì poi soprattutto nella Germania Nazista anche grazie ai finanziamenti dei Rockfeller]


La cosa fu ispirata sia dalla popolarità del forno a gas come mezzo per suicidarsi, sia dall'uso dei gas venefici nella Prima Guerra Mondiale.
La camera a gas è essenzialmente una camera a tenuta stagna con una sedia all'interno: il condannato viene legato alla sedia con uno stetoscopio fisato al torace in modo da permettere al medico di constatarne il decesso, e allo scoccare della mezza notte capsule di cianuro vengono fatte cadere in una bacinella di acido liberando così gas cianuro (molto più potente ed efficace dello ZyklonB dei Nazisti, che andava bene più che altro come spidocchiante...); il gas dovrebbe rendere incoscente il condsannato in 2-5 secondi ed ammazzarlo in 10-30 secondi, ma talvolta provoca antiestetiche crisi epilettiche (indolori per il condannato, ma assai traumatiche per chi osserva), inoltre se la vittima decide di trattenere il fiato l'agonia può durare anche 15-20 minuti con un finale di rantoli e spasmi... Come se non bastasse il gas è tossico, e ciò fa infuriare gli ambientalisti, poi il corpo e la camera devono essere accurartamente ripuliti con apposite sostanze per evitare di accoppare pure il becchino...
Pure la camera a gas è oggi caduta in disuso quasi totale, nonostante, a parte la crudeltà di far decidere al condannato quando esalare l'ultimo respiro in una nube di gas irritante, tale metodo è forse il meno doloroso fra quelli a Stelle e Strisce.




La fucilazione è invece un retaggio piuttosto antico che proviene dall'ambiente militare: le modalità migliori sono probabilmente quelle Cinesi (o dell' Ex URSS) in cui ti sparano un colpo alla testa (in Cina se servono le cornee per un trapianto, al cuore...ma in quel caso la cosa diventa più dolorosa), invece in USA si è mantenuta (anche se ormai quasi del tutto in disuso) la fucilazione in stile militare con un piccolo plotone che spara al cuore del condannato (non so se venga effettuato pure il classico colpo di grazia alla testa, che non sempre riesce a garantire la morte istantanea).
Però tutto quel sangue non piace nei tempi moderni: il sangue dobbiamo vederlo solo in TV, nelle fiction come "CSI" o "Law and Order"...per questo la scelta di Ronnie ha scioccato l'America!



Il "metodo pietoso" per eccellenza, e il più usato negli USA (e in rapida ascesa anche nel mondo), è l'iniezione letale, che però è molto rassicurante per gli spettatori, ma assai poco per il malcapitato che deve subirla.
Si utilizza un mix di tre sostanze in dosi letali standardizzate (cioè non decise per ogni singolo condannato in base a peso e condizioni cliniche, ma in dosi uguali per tutti):
il Pentothal/Phenobarbital, un potente barbiturico ad azione rapida che deve causare incoscenza e anestesia (ma che spesso non riesce a fare effetto poichè iniettato insieme agli altri composti e in dosi troppo basse);
il Pavulon, un paralizzante muscolare vietato nell'eutanasia animale poichè evitando gli spasmi della morte evita anche di poter constatare se l'animale o l'essere umano siano effettivamente anestetizzati o solo paralizzati fra atroci sofferenze;
il Cloruro di Potassio, ovvero un paralizzante cardiaco che però causa fortissimi bruciori qualora il soggetto sia ancora conscio.
Il problema dell'iniezione letale sta sia nel fatto che le sostanze vengono iniettate contemporaneamente, non lasciando al Phenobarbital il tempo di agire e mascherandone gli effetti con il Pavulon, sia nel fatto che il Phebobarbital viene spessissimo sottodosato, sia perchè inserire degli aghi in braccia magari martoriate dalla droga o da altri accidenti è spesso talmente difficile da provocare decine di tentativi a vuoto seguiti da un miny interventi chirurgici per la ricerca di una vena profonda o dall'incannulazione dell'arteria femorale.




Sarebbe molto semplice, pur mantenendo l'abominio dell'omicidio di stato, renderlo almeno realmente indolore: basterebbe usare il solo barbiturico in dosi massicce (come proposto timidamente da alcuni Stati) , e al massimo iniettare il bloccante cardiaco (senza il Pavulon) solo DOPO che la sedazione sia stata debitamente accertata, come viene fatto per l'eutanasia animale... Però in questo modo gli spettatori potrebbero vedere qualche spasmo, sentire dei rantoli e impressionarsi....allora via di Pavulon, con tanto di catetere e pannolino o tampone rettale per evitare che l'evaquazione post mortem disturbi lo spettacolo!


Le esecuzioni capitali sono da sempre uno spettacolo gradito al pubblico: si pensi ai giochi dei gladiatori Romani, ai martiri dei primi Cristiani, alle lapidazioni popolari nell'Antico Testamento come oggi in alcuni paes Islamici, alle folle che assistevano alle decapitazioni durante la Rivoluzione Francese, ai roghi delle "streghe", alle forche viste come spettacolo pubblico dal medioevo fino al vecchio West, ai mega eventi fatti negli stati in Cina dove si fucilano decine di condannati davanti a folle urlanti di adulti e bambini...
Anticamente poi i metodi di esecuzione erano volutamente sadici (e spesso preceduti da torture varie): crocifissione (che faceva soffocare lentamente il condannato), impalamento, squartamento ecc..



Non c'è da stupirsi se ancor oggi, dietro la parvenza di umanità si nascondano le sofferenze volutamente provocate ai condannati!



E' da un po' che ci penso: e se dietro questa ferocia nell'applicare la morte con tanto sadismo palese o mascherato ci fosse la volontà di effettuare Sacrifici Umani?
Si sa che il sacrificio umano deve provocare più paura e dolore possibili alla vittima per essere "efficace", difatti nelle arti magiche è proprio l'emozione che fa da catalizzatore, sia essa del mago, o degli esseri (animali o umani che siano) sacrificati all'uopo.





by
@lice (Oltre lo Specchio)
_____________________
..segui il ConiglioBianco!
Blog: http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com
ML: http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto?hl=it
Mail: aliceoltrelospecchio@gmail.com
_____________________





5 commenti:

  1. Complimenti davvero un bell'articolo.

    RispondiElimina
  2. - Rispondo a Davide:

    grazie del complimento!
    è da un bel po' di tempo che mi documento riguardo alla pena di morte, alle modalità di esecuzione e anche ai mezzi di tortura usati ad es dagli USA (e non solo da dopo l'11settembre: li usano dagli anni 50 se non prima e le extraordinary renditions le aveva già rese legali Regan...Bush ha semplicemente detto pubblicamente che la tortura è un mezzo legittimo, probabilmente lo ha fatto x aumentare le finte differenze fra lui e Obama..Obama che NON ha chiuso Guantanamo, non chiuderà le altre carceri segrete e non ha realmente fermato la tortura...un verio uomo del finto cambiamento insomma..).

    Nell' archivio FILES della mia ML ho da scaricare anche x i non iscritti i manuali CIA sull' "Interrogatorio coercitivo" (Tortura), risalgono agli anni 60 ma sono le medesime tecniche usate a Guantanamo e simili.. sono scritte in un inglese molto elementare perchè si tratta di libri di testo x l'america latina.

    è orrendo come noi umani riusciamo a trovare modi palesi e non x seviziare il prossimo...e come quasi qualsiasi essere umano può esse trasformato nel peggiore aguzzino in poche settimane con semplici trucchi psicologici (leggi "L'effetto Lucifero" di Zimmerman, quello dell'esperimento sugli studenti del finto carcere che è stato interrotto x l'eccessivo sadismo degli stessi..).

    Ho visto che hai dei blog, appena ho tempo gli do' un occhiata..

    ciao
    by
    @lice

    RispondiElimina
  3. X Davide:
    ho dato una rapida occhiata ai tuoi blog, e mi ha incuriosita quello sulle origini dell' AIDS.
    Non ho ancora visto i filmati (non è che puoi fare x quel blog un post che riassuma la tua tersi, sarà che io odio guardare filmato online...e comunque la presenza di un post riassuntivo scritto aiuterebbe tutti i lettori e ti porterebbe + visite dai motori di ricerca..), e x ora non ho approfobdito molto la quesytione AIDS, o meglio ho cercato (anche perchè ho fatto quasi 3 anni di medicina quindi posso comprendere meglio di alti un documento che parli di medicina) di approfonmdirla ma sono ancora confusa riguardo alla cosa.
    Ci sono x quanto ho capito 3 posizioni di base:
    - quella ufficiale secondo cui l' AIDS è una malattia causata dal rwestrovirus dell' HIV che è migrato dalle scimmie agli umani in africa verso gli anni 60 e da li si è diffuso.
    - quella secondo cui l'AIDS è una malattia causata dal restrovirus dell HIV che è stato creato in laboratorio x fini di guerra batteriologica e poi rilasciato sulle popolazioni africare e USA (Gay) tramite vaccinazioni (io avevo sentito dcon il vaccino x l'epatiteB).
    - l'AIDS sarebbe una "malattia iatrogena" causata dagli stessi (tossicissimi) farmaci anti HIV e dall' abuso di droghe ecc e il virus dellì' HIV non sarebbe mai esistito.

    Io ho letto varie cose su tutte e 3 le tesi, e la seconda mi pare + probabile, mentre la prima mi pare mebo probabile (ad es l'incidenza dell AIDS in africa è enormemente sovrastimata dai mezzi con i qualio rilevano la malattia, ma non voglio dilungarmi)..sulla terza ho letto varie cose e sembrano abbastanza convincenti ma dovrei analizzare molto + a fondo la questione x convincermene (spesso distinguere la verità dalle false piste è disfficile, soprattutto se si leggono opere divulgative tradotte su internet e se non si è + che esperti nel settore e io non sono un immunologa)..

    Tu cosa ne pensi e come sei arrivato alle tue conclusioni?

    by
    @lice

    RispondiElimina
  4. @lice,
    grazie per il tuo impegno nel diffondere queste informazioni!
    Permettimi di dire che i tuoi accenni sarcastici non stonano affatto con quanto descritto nel tuo articolo ed è evidente che la tua coscienza non si trova in uno stato di sonnolenza. Hai detto bene:-"il sangue dobbiamo vederlo solo in TV" e aggiungo, ma anche in tutte le forme massmediatiche. Camminando per la città siamo circondati (a tutti gli effetti) da ogni possibile forma rappresentativa di male; poi come se non bastasse ce lo ritroviamo in casa, magari ascoltando la radio e le parole volgari dei vari dj di turno.. Qualcuno potrebbe dire : "Ma che male c'è nel dire una parolaccia, tanto le dicono tutti"! Il male è diventato uno stile di vita, viene incentivato. " Ad essere onesti ci si rimette sempre"!
    "Vuoi eliminare il tuo figlio nel grembo? Fàllo! La legge lo consente"; "Vuoi tradire tua moglie o tuo marito con qualcun'altro? Fàllo! Che male c'è? Lo fanno tutti. Il tradimento non è più un peccato. Non si chiama più adulterio, ma scappatella. Molti psicologi della coppia lo raccomandano per ravvivare il rapporto coniugale!"
    C'è una intenzione ben pianificata ed attuata, nel voler modificare le nostre coscienze per allontanarle dalla moralità, dall'altruismo, dalla fonte di vita. C'è la precisa e subdola volontà di reindirizzare (le nostre coscienze) verso la totale sfiducia negli altri esseri umani e l'odio reciproco e la disumanizzazione. Vediamo sangue ovunque: in TV appunto, nei videogiochi ecc. e poi, se a qualcuno capita, nella vita reale, di trovarsi in mezzo ad una sparatoria (col morto) oppure un incidente stradale (anche lì con vittime) accade che non fà più effetto; ai più. Nell'America puritana e bacchettona, alla vista del sangue vero, s'indignano. Sono le loro coscienze che urlano e si comportano come i farisei ipocriti! Con le loro giustificazioni si sono condannati da soli. Ogni escamotage è valido pur di non risvegliarle queste coscienze. -War is peace, Freedom is slavery, Ignorance is strength-
    Hai posto una domanda, molto chiara:
    -E' da un po' che ci penso: e se dietro questa ferocia nell'applicare la morte con tanto sadismo palese o mascherato ci fosse la volontà di effettuare Sacrifici Umani? Si sa che il sacrificio umano deve provocare più paura e dolore possibili alla vittima per essere "efficace", difatti nelle arti magiche è proprio l'emozione che fa da catalizzatore, sia essa del mago, o degli esseri (animali o umani che siano) sacrificati all'uopo.-

    @lice, è esattamente così; senza verbo al condizionale.
    Dietro a tutto questo (e non solo nell'applicare una condanna a morte) c'è una precisa volontà. Noi non siamo
    solo carne ma anche spirito, energia prima di tutto. Perciò,
    anche i pensieri, le azioni e le parole sono energia. precisamente siamo C.E.I. Campo Elettromagnetico Informato. siamo energia cosciente. L'energia però non si vede ad occhio nudo ma se ne vedono gli effetti così come il vento tra le foglie; non si vede il vento di per sè. Anticamente l'energia l'hanno chiamata forza spirituale, perchè appunto invisibile. Questo nostro campo elettromagnetico si propaga all'esterno del corpo fisico e per quanto assurdo possa sembrare, c'è chi di questa nostra energia ne trae cibo. Ma dev'essere energia, emanata in condizioni a noi sfavorevoli, negative, come appunto la collera, l'odio e l'atto estremo di togliere la vita a qualcun'altro essere umano (o animali) oppure il suicidio. Cause materiali (ad es. azioni) con effetti spirituali e cause spirituali (pensieri) con effetti materiali, I nostri pensieri però, solo Dio può leggerli. Mentre l'energia prodotta dalle nostre azioni (paura, odio, omicidio) può esser "vista" anche da "altri" e quindi ce la succhiano come si fà con una cannuccia in un bicchiere.
    @lice continua con i tuoi post, e sappi che le buone intenzioni producono buoni frutti.
    Shalom

    RispondiElimina
  5. Chissà' se ,oggi come oggi, molte persone "scomode a qualcuno" sono "morte per cause naturali "... e non x qualche sofisticato veleno moderno !
    Forse qualcuno sa ma è tutto top secret.

    RispondiElimina

...se vuoi puoi lasciare un commento su questo articolo!

Tutti i commenti devono passare dalla MODERAZIONE prima di essere pubblicati; mi riservo di rifiutare commenti offensivi, fuori luogo o provenienti da noti disinformatori e/o troll e i commenti di SPAM.

(i commenti vengono automaticamente spediti alla Mailing List "Teorici del Complotto" http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto ).

Inoltre gli articoli del Blog sono presenti per essere discussi in modo più approfondito sulla ML "Teorici del Complotto", consultabile senza iscrizione alla pagina http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto dove anche i non iscritti possono partecipare alla discussione mandando un Email a teorici-del-complotto@googlegroups.com (le mails dei non iscritti e dei nuovi iscritti verranno moderate per evitare lo Spam/disinformatori/troll).

by
@lice
___________________________
..segui il ConiglioBianco!
___________________________